.
Annunci online

  Libera_Informazione Libera Parola in Libero Stato : studio,comprensione,azione per difendere il diritto fondamentale della libertà.
 
Diario
 


Motori di Ricerca :
Google
Yahoo
AltaVista





Contatti :
MSN : aleruo@hotmail.com
E.MAIL : alle.ruini@gmail.com


9 aprile 2006

ELEZIONI 2006 : POPOLO ITALIANO DAVANTI AD UNO STORICO BIVIO

" Poichè un politico non crede mai in quello che dice,quando viene preso alla lettera rimane sempre molto sorpreso "
(Charles De Gaulle)




Ci siamo:gli attesi giorni di voto per le elezioni 2006 sono arrivati e pongono fine ad una campagna elettorale pessima e volgare.
Una domanda sorge spontanea:gli italiani chiamati alle urne sono pronti?
Non sarà assolutamente facile la scelta che in questo momento il popolo del “Bel Paese” è tenuto a fare.
Siamo ad un bivio,una careggiata lunga 5 km (tanti quanti gli anni di legislatura del governo di centrodestra) che termina con una duplice diramazione:verso sinistra e verso destra.
Come saranno questi enigmatici percorsi,se continueranno cioè ad essere careggiata piena di buche,sassi e polvere o se saranno strade perfettamente lastricate ed illuminate da potenti lampioni,non è dato sapere con chiarezza.
L’unica certezza,punto di partenza per le riflessioni pre-elettoriali che ognuno di noi è tenuto a fare,è la conseguenza dei 5 km percorsi con la Cdl:anni di legislatura che hanno portato fame,sete,tristezza,nervosismo,crescita zero.
Il 9 e 10 aprile 2006 rappresentano un grande banco di prova che smaschererà definitivamente il popolo italiano,togliendo ogni dubbio riguardo ad un suo presunto aspetto masochista.Ogni appello risulterebbe fuori luogo in questo momento ma non posso esimermi dall'enunciare una piccola esortazione:
Italiani,non facciamoci del male,votiamo con razocinio.

Un fiume in piena:questo è il Berlusconi del secondo faccia a faccia con Prodi.
Bruno Vespa si è trovato a dover moderare l’acqua Santa Prodiana da una parte ed il Diavolo Berlusconiano dall’altra.
“Il premier si affida ai numeri come gli ubriachi si appoggiano ai lampioni”.
Galeotta fu quella frase di Bernard Shaw (successivamente attribuita dalle ricerche fatte dai bloggers a Mark Twain ed infine allo scrittore scozzese Andrew Lang) pronunciata da Prodi che ha scaldato gli animi ed ha mostrato le qualità migliori di un politico:la reazione cioè ad attacchi diretti inaspettati,crisi improvvise,mancanza di dati e leggi a cui appellarsi,mancanza di conoscenza in materia.
Fermezza,impassibilità,contro offensiva mirata con astuzia,uso di parole tanto taglienti quanto rispettose della dignità altrui finalizzate a ferire l’avversario ed il suo operato:queste sono le caratteristiche e gli strumenti che un politico dovrebbe dimostrare nelle difficoltà.
Ed invece ?
Queste le risposte del Leader del centrodestra: “Lei(riferito a Vespa) è il moderatore e allora lo Moderi!” – “Lei (riferito a Prodi) è l’Utile Idiota della Sinistra”.
Complimenti,sbalordito da così tanta eleganza.


Le simpatiche dimostrazioni di “intelligenza politica” sono tante,l’Italia sarebbe un’isola di raffinatezze se l’infelice episodio citato fosse stata l’eccezione.Purtoppo non è così,eccone alcune (dal sito ANSA) :

1) FROCI E CULATTONI :
Alessandra Mussolini a Vladimir Luxuria: "Meglio essere fascista che frocio" (9 marzo). - Roberto Fiore: "Ha ragione Alessandra, meglio fascisti che froci" (1 aprile). - Roberto Calderoli: "I Pacs? Basta con queste assurde pretese di privilegi da parte dei culattoni" (14 gennaio). - Silvio Berlusconi: "Prodi ha candidato cinque uomini e zero donne. Ma ci è andata bene, potevano essere anche cinque 'mezzi-mezzi'" (31 marzo).

2) MASCALZONI, INETTI, POVERACCI, CIALTRONI :
Oliviero Diliberto: "Siamo nella fase del Comitato di liberazione nazionale. Dobbiamo liberarci da questi mascalzoni che sono al governo" (10 febbraio). - Antonio Martino: "Abbiamo il dovere di impedire che l'Italia finisca nelle mani di questa congrega di mascalzoni" (8 marzo). - Romano Prodi: "Questa è delinquenza politica che continua ormai da qualche giorno" (30 marzo). - Oliviero Diliberto: "E' una dura lotta capire se quelli del governo sono più scellerati o più inetti" (15 marzo). - Gaetano Quagliariello (Fi): "L'attacco di Marco Filippeschi contro Marcello Pera è cialtronesco" (31 marzo). - Silvio Berlusconi: "Prodi è un poveraccio che si illude di contare qualcosa" (26 marzo). - Silvio Berlusconi: "Prodi, Rutelli e Fassino sono come la gramigna che infesta tutto ed è difficile da estirpare" (2 aprile). - Massimo D'Alema: "Calderoli è un buffone al governo, qualcosa che l'Italia non merita" (1 marzo). - Isabella Bertolini: "Prodi è patetico" (22 febbraio) - Romano Prodi: "patetici sono i Qui, Quo, Qua di Forza Italia che difendono zio Paperone". (23 febbraio).

3) EVERSORI E PERICOLOSI :
Luciano Violante: "Berlusconi è una persona non solo inaffidabile, ma anche pericolosa per il sistema democratico del Paese" (13 gennaio). - Pecoraro Scanio: "Di eversivo e pericoloso c'é solo la tracotanza di Berlusconi. Il vero eversore in questo Paese è lui, che ha fatto scempio della Carta Costituzionale e che ha sfasciato le istituzioni" (9 febbraio).

4) POLLI E LOMBRICHI :
Giulio Tremonti: "Fassino sta all'economia come l'aviaria sta agli allevamenti" (5 marzo). - Francesco Storace: "Veltroni? Vinte le elezioni, dopo l'aviaria dei polli ci occupiamo del lombrico, il più spietato dei politici che però ha fama del buonista" (19 marzo).

5) UCCELLACCI E UCCELLINI :
Giulio Tremonti: "C'é un uccellaccio del malaugurio che gira e che è l'on. Fassino" (7 marzo). - Silvio Berlusconi: "Fassino è ricercatissimo dall'associazione delle pompe funebri che lo vuole come testimonial" (26 marzo). - Adolfo Urso: "Prodi è un menagramo: i conti sono in linea con l'Ue" (1 aprile).

6) MATTI :
Romano Prodi: "Ma questo qui è matto" (31 marzo, a un radioascoltatore durante Radio anch'io) - Maurizio Gasparri: "E' evidente che Prodi ha bisogno di un urgente ricovero visti i segni di squilibrio che manifesta continuamente" (31 marzo). - Daniele Capezzone: "Berlusconi mi ricorda la barzelletta dei due matti, che si credono uno Mosé e l'altro Dio" (11 febbraio). - Oliviero Diliberto: "Sono dei pazzi irresponsabili che stanno mettendo in pericolo l'Italia" (23 febbraio). - Mario Landolfi: "Gli alleati di Prodi lo nascondono, come si fa con un parente un po' tocco, un po' matto" (6 marzo). - Oliviero Diliberto: "Berlusconi è un pazzo, non trovo altre parole, è un pazzo estremista" (27 marzo).

7) CONIGLI :
Renzo Lusetti: "Berlusconi non faccia il coniglio e si misuri in Tv con Rutelli sui problemi concreti" (14 gennaio). - Renato Schifani: "Prodi è un coniglio, e i conigli non possono governare il paese" (28 gennaio). - Giuseppe Giulietti: "Berlusconi accetti un leale confronto tv, dimostri di non essere presidente del... coniglio" (26 febbraio). - Enrico La Loggia: "Prodi è un cuor di coniglio" (8 marzo).


Chapeau




permalink | inviato da il 9/4/2006 alle 1:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa

sfoglia     marzo       
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Governo Italiano
Presidenza della Repubblica
Diritto.it
Ansa
Adnkronos
Wikipedia
Legambiente
WWF - Italia -
Animalisti Italiani
GreenPeace -International-
LAV (Lega AntiVivisezione)
Fondazione U.Veronesi
UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti)

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom